Montalatte: prepara una deliziosa schiuma per il tuo cappuccino

montalatte

Iniziare la mattina nel miglior modo possibile ci aiuta ad affrontare meglio l’intera giornata, soprattutto se in previsione ci sono impegni lavorativi come le riunioni col capo. Sottovalutata da molti, la colazione aiuta a trarre le giuste energie che ti serviranno per iniziare al meglio. Via libera a frutta, cereali e, soprattutto, l’immancabile cappuccino! Il cappuccino è la bevanda per eccellenza della colazione all’italiana. Ci fornisce le giuste energie, grazie al latte, allo zucchero e al caffè per iniziare al meglio la giornata. C’è un particolare che rende speciale il cappuccino, la schiuma. Senza di essa, il cappuccino non sarebbe tale. Molti preferiscono prenderlo al bar, ma perché non munirsi dello strumento che ti permette di preparare degli ottimi cappuccini anche a casa? Stiamo parlando del montalatte, un piccolo elettrodomestico sempre più presente nelle case degli italiani e non solo.

Miglior montalatte: scegli quello che più fa per te

I modelli di montalatte di ottima qualità disponibili sono veramente tanti, come abbiamo visto la scelta può ricadere su un montalatte elettrico, con funzione riscaldante o non, o su un montalatte manuale.
Il modello che sicuramente offre maggiori prestazioni è il montalatte elettrico con funzione riscaldante. Grazie ad un termostato potrai impostare la temperatura, non dovrai sporcare pentolini per riscaldare il latte e il suo motore produce una schiuma davvero soffice e compatta.
Il montalatte elettrico compatto è invece ottimo in quanto il suo costo è davvero irrisorio. È ottimo soprattutto per chi non ne fa un uso frequente e lo utilizza per poche quantità di latte.
Infine abbiamo il montalatte manuale. Dato il funzionamento manuale, non ci si possono aspettare gli stessi risultati offerti da un montalatte elettrico, anche se , se hai pazienza e una buona tecnica la schiuma risulta essere assolutamente soddisfacente.

Abbiamo voluto selezionare appositamente per te i migliori modelli di montalatte:
Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2019 15:53

Quali sono i parametri da prendere in considerazione

In questo paragrafo, ci riferiamo maggiormente ai montalatte elettrici con funzione riscaldate. Infatti, proprio in questo modello, è fondamentale valutare la capacità del bricco, in modo che possa soddisfare le esigenze della tua famiglia. Se siete in due o tre, un bricco da 100 ml può andar bene, mentre se siete più numerosi potrete scegliere un montalatte che abbia una capienza maggiore, fino ad arrivare ad un litro. Tra tutte le aziende produttrici, quella che si è dedicata maggiormente a montalatte molto capienti è sicuramente la Severin. I modelli che ti proponiamo sono 3:

Questi modelli, oltre ad essere caratterizzati da un bricco molto capente, hanno caratteristiche molto interessanti, come ad esempio materiali di prima qualità e, per due modelli in particolare, la possibilità di regolare la temperatura.

Schiumalatte: come funziona?

Innanzitutto cerchiamo di capire perché, in determinati liquidi viene a formarsi la schiuma.
La schiuma, non è altro che aria intrappolata in piccole “celle”. Questa è un fenomeno molto frequente in natura: è possibile osservarla in mare, agitando una bottiglia d’acqua, in un boccale di birra e, nel nostro caso, nel latte.
Negli esempi che abbiamo però fatto, ci sono delle differenze sostanziali. Se infatti la schiuma che si crea agitando una bottiglia d’acqua sparisce dopo un secondo, la schiuma creatasi nella birra o ancora meglio nel latte, permane. Ti sei chiesto come mai? Semplice! In parole semplici, ciò che permette la formazione della schiuma, ma soprattutto la sua permanenze sono le proteine. Queste, infatti, tendono a creare delle strutture che, imprigionando l’aria, tendono a trattenerla. L’acqua non ha proteine, quindi disperde subito l’aria. Il latte al contrario ne è molto ricco, quindi, se trattato nel giusto modo, si riesce ad ottenere una schiuma compatta.
Prima che tu ti alza dalla sedia e tenti strani esperimenti con altrettanto strani strumenti per creare la tua schiuma di latte, rischiando di schizzare latte ovunque, ti invitiamo a fermarti e continuare nella lettura.

Il segreto per una schiuma di latte perfetta

Spesso e volentieri si rinuncia a voler realizzare un cappucciono “faidate” perchè nonostante minuti trascorsi ad armeggiare con un montalatte manuale, il risultato è un schiumetta che scompare poco dopo. Il problema in questi casi è causato da diversi fattori. Innanzitutto i grassi presenti nel latte. Questi non favoriscono la formazione della schiuma, ecco perché sarebbe meglio, da questo punto di vista, adoperare un latte scremato. È anche vero che il latte intero risulta più buono.
Il secondo fattore, e forse quello più importante, è la temperatura. Al di sotto dei 40° le proteine hanno una conformazione per la quale non tendono a formare le “cellette” dove l’aria rimane intrappolata. A permettere la denaturazione delle proteine e la formazione di queste cellette è l’aumento della temperatura. La temperatura ottimale è di 60°, ma già superando i 40° si può ottenere una buona schiuma di latte.
Va detto che i montalatte elettrici, di cui parliamo appena più sotto, riescono a realizzare una schiuma di latte anche a freddo. Per saperne di più leggi la nostra guida su come montare il latte.

Schiuma latte elettrico: schiuma senza fatica

Non c’è la necessità infatti di attrezzarsi con strumenti non adatti a creare la schiuma di latte, uno, perché non è detto che riusciresti ad ottenere risultati soddisfacenti, due, perché rischieresti davvero di combinare un disastri in cucina.
Il montalatte elettrico nasce proprio per realizzare una soffice schiuma di latte senza sporcare nulla e in pochi minuti.
Vi sono due modelli di montalatte elettrico. Il primo, quello più semplice, è un utensile che sta facilmente in mano. Funziona solitamente a batteria e, grazie alla piccola spirale, riesce a montare il latte, ma anche a creare una gustosa crema di caffè. Il vantaggio di questo piccolo montalatte riguarda soprattutto le piccole dimensioni: occupa davvero pochi centimetri ed è facilmente riponibile in un cassetto.
Il secondo tipo di montalatte è invece più complesso. La struttura si costituisce di una base, al cui interno è collocata una resistenza. Una delle differenze sostanziali di questo montalatte, paragonato al modello visto sopra, risiede proprio nella resistenza. Se infatti il modello di prima si limita solo a creare la schiuma, in questo caso il latte viene anche scaldato. La temperatura ottimale che consente al latte di montarsi, ma di mantenere le proprietà nutritive è di circa 65°C.
Il latte viene versato in un bricco integrato nel montalatte. Al suo interno vi è collocata una spirale, che può essere montata nel fondo o scendere dal tappo. Una volta azionato il montalatte, questa spirale inizierà a girare velocemente, inglobando aria nel latte. Quando il processo sarà terminato, potete gustarvi il vostro soffice cappuccino.
Il montalatte elettrico con funzione riscaldante, oltre a permetterti di ottenere deliziosi cappuccini, ti permette di preparare anche cioccolata calda, ottima nei pomeriggi invernali.

Montalatte manuale

Se il montalatte elettrico ti sembra troppo, puoi avvalerti di un montalatte manuale e di olio di gomito. Come funziona questo modello? Innanzi tutto, la sua struttura è molto semplice. Si costituisce di un bricco che può essere in vetro, in plastica o in acciaio, e di un coperchio. Il coperchio è la parte più articolata del montalatte manuale, in quanto è costituito da una base che chiude il bricco, e da uno stantuffo costituito da una reticella molto sottile e che entra alla perfezione nel bricco. Per preparare la schiuma di latte con il montalatte manuale, basta versare il latte già riscaldato all’interno del bricco, chiudere col tappo e iniziare a muovere su e giù lo stantuffo. La reticella, attraversando il latte, ingloberà in esso delle micro bollicine di aria. Una volta ottenuta la consistenza desiderata potrai usare la tua schiuma di latte per preparare il cappuccino.
Ci sembra doveroso aggiungere una piccola nota. Come abbiamo accennato, in questo tipo di montalatte, bisogna scaldare il latte prima di montarlo. Questo passaggio è necessario per ottenere una buona schiuma. Infatti, il latte freddo tende a non montare, poiché le proteine non riscaldate, non hanno la giusta struttura per trattenere le bollicine di aria. Questo passaggio non avviene per i montalatte elettrici che hanno anche la funzione di riscaldare il latte proprio perché il latte viene scaldato mentre viene montato, facendo così denaturare le proteine che ingabbieranno così le bollicine di aria.

Montalatte professionale

In realtà, a livello professionale, non ci si avvale di un montalatte per realizzare i cappuccino. Infatti, nei bar, il cappuccino viene realizzato grazie alla maestria del barista. Per realizzarlo, ci si avvale di un bricco in acciaio e della lancia integrata nelle macchine da caffè professionali. Grazie alla giusta quantità di latte e alla corretta inclinazione del bricco, il vapore sprigionato dalla lancia scalderà il latte e facendolo ruotare permetterà all’aria di inglobarsi creando così una schiuma deliziosa. Anche se questa procedura può sembrare facile, c’è bisogno della giusta conoscenza per realizzare una schiuma che sia degna di un cappuccino.

Le migliori marche

Le aziende produttrici di montalatte sono davvero tante. Dalla famosa Bialetti, che produce montalatte elettrici a manuali, alla Severin che produce montalatte con sistema ad induzione brevettato. Vi sono poi aziende, come la Guzzini o la Brandani, che hanno un occhio di riguardo per il design, proponendo modelli che diventano anche complementi d’arredo. In generale, tutte le marche trattate, hanno ricevuto feedback positivi, dovuti sia ai materiali di buona qualità, sia a prestazioni sempre soddisfacenti.Se hai particolari difficoltà nella scelta del montalatte, abbiamo dedicato un articolo proprio per cercare di schiarirti le idee: quale montalatte scegliere.
Qui di seguito trovi, invece, la lista delle migliori marche trattate in questo blog:

Montalatte: prezzi

Siamo finalmente giunti al punto cruciale, i prezzi. Questi sono molto variabili e soggetti soprattutto al modello. Se infatti basta spendere molto poco per  per un modello manuale o a batteria, bisogna spenderne molti di più per un montalatte con funzione riscaldate. I materiali, la presenza di un display, la possibilità di regolare la temperatura, sono altri optional che fanno salire o scendere il prezzo. Se vuoi fare una spesa consapevole e senza sprechi, ti consigliamo di valutare bene le tue esigenze in modo tale da scegliere il montalatte che più le soddisfa. Per visionare i prezzi di ogni singolo modello, ti basterà cliccare sui link che ti abbiamo fornito. In questo modo potrai anche leggere le recensioni di chi ha già acquistato un montalatte e venire a conoscenza di eventuali offerte.